Meningioma Cerebrale

Meningioma Cerebrale

Il meningioma è un tumore che si origina dalle meningi, le membrane che circondano il cervello e il midollo spinale. Sebbene non sia tecnicamente un tumore cerebrale, è incluso in questa categoria perché può comprimere o schiacciare il cervello, i nervi e i vasi adiacenti. Il meningioma è il tipo più comune di tumore che si forma nella testa.

La maggior parte dei meningiomi cresce molto lentamente, spesso per molti anni senza causare sintomi. A volte, però, i loro effetti sul tessuto cerebrale, sui nervi o sui vasi vicini possono causare gravi disabilità.

I meningiomi sono più frequenti nelle donne e vengono spesso scoperti in età avanzata, ma possono manifestarsi a qualsiasi età.

Poiché la maggior parte dei meningiomi cresce lentamente, spesso senza segni e sintomi significativi, non sempre richiedono un trattamento immediato e possono essere monitorati nel tempo.

SINTOMI

I segni e i sintomi di un meningioma iniziano in genere gradualmente e possono essere inizialmente molto lievi. A seconda del punto del cervello o, raramente, della colonna vertebrale in cui si trova il tumore, i segni e i sintomi possono essere i seguenti:

  • Cambiamenti della vista, come la visione doppia o l’offuscamento
  • Mal di testa, soprattutto se più intenso al mattino
  • Perdita dell’udito o ronzio nelle orecchie
  • Perdita di memoria
  • Perdita dell’olfatto
  • Crisi epilettiche
  • Debolezza delle braccia o delle gambe
  • Difficoltà di linguaggio


Quando rivolgersi a un medico

La maggior parte dei segni e dei sintomi di un meningioma evolve lentamente, ma a volte un meningioma richiede un trattamento di emergenza.

Rivolgersi a un medico d’urgenza in caso di:

  • Insorgenza improvvisa di crisi epilettiche
  • Cambiamenti improvvisi della vista o della memoria


Prendete un appuntamento con il vostro medico se avete segni e sintomi persistenti che vi preoccupano, come mal di testa che peggiorano nel tempo.

In molti casi, poiché i meningiomi non causano segni o sintomi evidenti, vengono scoperti solo a seguito di esami di diagnostica per immagini effettuati per motivi che si rivelano non correlati al tumore, come un trauma cranico, un ictus o un mal di testa.

CAUSE, rischi & COMPLICAZIONI

Le cause

Non è chiaro quali siano le cause di un meningioma. I medici sanno che qualcosa altera alcune cellule delle meningi facendole moltiplicare in modo incontrollato, dando origine a un tumore meningioma.

Se ciò avvenga a causa dei geni ereditati, degli ormoni (che possono essere correlati alla maggiore frequenza nelle donne), del raro caso di esposizione precedente a radiazioni o di altri fattori rimane in gran parte sconosciuto. Non esistono prove concrete a sostegno della convinzione che i meningiomi insorgano a causa dell’uso del cellulare.

Fattori di rischio

I fattori di rischio per un meningioma includono:

Trattamento con radiazioni. La radioterapia che prevede l’irradiazione della testa può aumentare il rischio di meningioma.

Ormoni femminili. I meningiomi sono più comuni nelle donne, il che induce i medici a ritenere che gli ormoni femminili possano svolgere un ruolo. Alcuni studi hanno anche suggerito un legame tra il cancro al seno e il rischio di meningioma legato al ruolo degli ormoni. Alcune ricerche suggeriscono che l’uso di anticoncezionali orali e la terapia ormonale sostitutiva potrebbero aumentare il rischio di crescita del meningioma.

Un disturbo ereditario del sistema nervoso. La rara malattia neurofibromatosi 2 aumenta il rischio di meningioma e di altri tumori cerebrali.

Obesità. Un elevato indice di massa corporea (BMI) è un fattore di rischio accertato per molti tipi di cancro e in diversi studi di ampia portata è stata osservata una maggiore prevalenza di meningiomi tra le persone obese. Tuttavia, la relazione tra obesità e meningiomi non è chiara.

Complicazioni

Un meningioma e il suo trattamento, in genere chirurgia e radioterapia, possono causare complicazioni a lungo termine, tra cui:

  • Difficoltà di concentrazione
  • Perdita di memoria
  • Cambiamenti di personalità
  • Crisi epilettiche
  • Debolezza
  • Cambiamenti sensoriali
  • Difficoltà di linguaggio


Il medico curante può trattare alcune complicazioni e indirizzare il paziente a specialisti per aiutarlo a far fronte ad altre complicazioni.

Diagnosi & TRATTAMENTO

Diagnosi

Per diagnosticare una MAV, il medico esaminerà i sintomi ed eseguirà un esame fisico.

Potrà ascoltare un suono chiamato “bruit”. Il bruit è un suono sibilante causato da un flusso sanguigno molto rapido attraverso le arterie e le vene di una MAV. Il suono è simile a quello dell’acqua che scorre in un tubo stretto. Il bruit può interferire con l’udito o con il sonno o causare disagio emotivo.

Gli esami comunemente utilizzati per la diagnosi di MAV comprendono:

Angiografia cerebrale. Chiamato anche arteriografia, questo esame utilizza un colorante speciale chiamato agente di contrasto iniettato in un’arteria. Il colorante evidenzia la struttura dei vasi sanguigni per mostrarli meglio sulle radiografie.

Tomografia computerizzata (TC). La TAC utilizza i raggi X per creare immagini della testa, del cervello o del midollo spinale e può aiutare a evidenziare le emorragie.

Risonanza magnetica (RM). La risonanza magnetica utilizza potenti magneti e onde radio per mostrare immagini dettagliate dei tessuti. La risonanza magnetica può rilevare piccoli cambiamenti nei tessuti.

Angiografia a risonanza magnetica (MRA). L’angiografia a risonanza magnetica (MRA) rileva l’andamento, la velocità e la distanza del flusso sanguigno attraverso le anomalie vascolari.

Il trattamento

Il trattamento per le MAV dipende dal luogo in cui si trova l’anomalia, dai segni e dai sintomi, dallo stato di salute generale e dal rischio del trattamento. A volte, una MAV viene monitorata con esami di diagnostica per immagini per verificare la presenza di cambiamenti o problemi. Altre MAV richiedono un trattamento. Per stabilire se una MAV necessita di un trattamento sono necessari alcuni fattori, tra cui il fatto che la MAV:

  • Ha sanguinato
  • Sta causando sintomi diversi dal sanguinamento
  • Si trova in una parte del cervello che può essere trattata in modo sicuro.
  • Farmaci

I farmaci possono aiutare a gestire sintomi quali convulsioni, mal di testa e mal di schiena.

Intervento chirurgico

Il trattamento principale per la MAV è l’intervento chirurgico. Il medico può consigliare l’intervento chirurgico se il rischio di emorragia è elevato. L’intervento potrebbe rimuovere completamente la MAV. Questo trattamento viene solitamente utilizzato quando la MAV si trova in un’area in cui i chirurghi possono rimuoverla con un rischio minimo di causare danni significativi ai tessuti cerebrali.

L’embolizzazione endovascolare è un tipo di intervento in cui il chirurgo infila un catetere attraverso le arterie fino alla MAV. Quindi viene iniettata una sostanza per chiudere parti della MAV e ridurre il flusso sanguigno. Questo intervento può essere effettuato anche prima di un intervento di chirurgia cerebrale o di radiochirurgia per ridurre il rischio di complicazioni.

A volte si ricorre alla radiochirurgia stereotassica per trattare le MAV. Questa tecnica utilizza fasci di radiazioni intensi e altamente focalizzati per danneggiare i vasi sanguigni e interrompere l’afflusso di sangue alla MAV.

Il paziente e il medico discuteranno se trattare la MAV, valutando i possibili benefici rispetto ai rischi.

Follow-up

Dopo il trattamento di una MAV, potrebbe essere necessario sottoporsi a visite di controllo periodiche con il medico. Potrebbero essere necessari altri esami di diagnostica per immagini per assicurarsi che la MAV sia stata risolta e che la malformazione non si sia ripresentata. Anche in caso di monitoraggio della MAV, il medico dovrà sottoporsi regolarmente a esami di diagnostica per immagini e a visite di controllo.